Blog & Notizie

12/30/2014

Gentili amici
Dopo trent’anni di osservazioni sulle patologie di vario tipo che hanno colpito me stesso, i miei familiari e tanti conoscenti, ho compreso che siamo immersi in una grande bugia sanitaria, che ci induce, sin da piccoli,al consumo di centinaia di sostanze chimiche, cominciando con i vaccini e successivamente con una serie infinita di farmaci di sintesi chimica: antibiotici, antidolorifici, antinfiammatori
ecc…ecc… che ci accompagnano per tutto l’arco della nostra vita, rendendola poco vivibile, nel tentativo di fermare le patologie, “trattandole” senza curarle.
Da cent’anni è nata una industria farmaceutica che produce miliardi di scatoline di farmaci che il medico, spesso in buona fede, prescriverà ai suoi pazienti, in un contesto, quello sanitario, dove il medico, ha assunto una posizione preminente e di successo, anche economico, senza che il suo lavoro, porti i benefici sostenuti dall’intero comparto che gravita sulla sanità. A partire dai politici di turno che promulgano leggi protettive della classe medica e dei protocolli medici che danno le linee guida al medico, tutto concorre nel favorire il consumo di farmaci chimici nel trattamento sintomatico delle patologie, per le quali, anche la ricerca scientifica, pare più disponibile a trovare sempre nuove molecole, piuttosto che le vere cause delle patologie che non sono sufficientemente studiate e combattute.
Sebrerebbe che fosse in atto un mefistofelico tentativo di mantenere la società perennemente malata, per poter intervenire con la farmacologia, con gli interventi chirurgici, con le costosissime protesi e con la riabilitazione che ne consegue. Se si aggiungono i numerosi esami clinici che il cittadino deve sopportare nell’arco della vita, le giornate trascorse in un ambulatorio medico, i viaggi necessari per visite disorganizzate, i ricoveri in ospedali, programmati nell’interesse dei sanitar, le lunghe attese per un esame urgente, vi rendete conto del funzionamento farraginoso di una sanità che ci costa, in Italia, circa 120/130 mld di euro all’anno.

E la prevenzione?

La prevenzione è la cenerentola della sanità. La medicina interviene con i suoi trattamenti chimici, quando la patologia è presente e conclamata ai vari livelli di gravità. Pratica una prevenzione secondaria, cioè, tenta di sopire o eliminare un sintomo, senza curarsi troppo delle vere cause primarie che non ricerca e dunque non conosce.
Vi basti questo banale esempio: Un mal di testa è causato da centinaia di possibili cause primarie. La preparazione del medico non gli consente di analizzare e scovare le più probabili e nei 5/10 minuti di una visita, ricorrerà alla farmacologia, prescrivendo un antidolorifico che sopisce il mal di testa e se dovesse durare a lungo, ricorrerà ad altri farmaci che avranno il merito di silenziare il sintomo, mai non di curare la causa. Il sintomo dolorifico, ritornerà, anche sotto forme diverse, sintanto che una delle molte cause che lo provocano, non cessano la loro azione negativa. Purtroppo nel frattempo, i farmaci, anche sommando la loro deleteria azione ad altre sostanze, avranno iniziato o aggravato altre patologie, pronte a far capolino nel vostro organismo. E le cause dei vostri mal di testa, o del vostro mal di stomaco, o delle stipsi alternate alla diarrea ecc..ecc…???
Le cause, non cercate, avranno tutto il tempo di provocare delle patologie ai vari organi bersaglio che finiranno inevitabilmente dal chirurgo.

E’ QUESTA LA VITA?

Io non accetto questa medicina che non mi guarisce e che è funzionale alle lobby sanitarie e non alla gente che la paga. Dopo tanti anni, sono riuscito con l’osservazione, e con la paziente lettura di tanti naturopati (medici della medicina dolce o naturale) a capire le vere cause che tolgono la salute, a prevenire le patologie e a curare quelle in atto. Per diffondere le mie conoscenze ed aiutare chi soffre, ho scritto alcuni saggi, tra i quali “La vera prevenzione” dove ho cercato di aprire gli occhi ai lettori su ciò che provoca la perdita della salute dei propri cari e di come bisogna vivere per ottenere una vita sana. Ho aperto questo blog per sentire il parere di coloro che sono stanchi di patire delle malattie per decenni, per poi finalmente defungere invece di trascorrere gli anni della propria vita almeno in salute.

10/11/2014

Domenica 5 Ottobre nella splendida cornice di villa Cagnoni Boniotti di Gognano di Villamarzana (RO) alla presenza di alcune autorità locali e degli organizzatori, sono stati premiati i migliori lavori nell’ambito della narrativa, della poesia e della saggistica. La manifestazione che mi ha visto vincitore del prestigioso premio con il saggio ” La vera prevenzione “,edito da Albatros è stata perfettamente organizzata dalla presidentessa Signora Angioletta Masiero. E’ un’ulteriore prova di quanto la provincia veneta sia fucina di fermenti culturali che andrebbero sostenuti e promossi per restituire fiducia ad un Veneto, locomotiva d’Italia, che può eccellere non solo sul lavoro.
Giorgio Chiodi

09/07/2014

Domenica 7 cm, sono ospite della trasmissione “Notizie Oggi” su Canale Italia, dove l’ottimo Gianluca Versace, presenterò per la seconda volta il mio saggio “La vera prevenzione” e dove, cercherò, nei limiti dei tempi televisivi, di trasmettervi il mio pensiero sulla mancata prevenzione primaria e sul diabete. Buon ascolto agli amici interessati